Quando le luci d’artista illuminano il cielo della notte siriana, si realizza un sogno indimenticabile. In occasione della cerimonia d’apertura degli eventi di Damasco Capitale Araba della Cultura 2008, Festi Group ha portato il suo concetto di architettura di luce traslato in uno spettacolo eccezionale dal grande impatto visivo. 

Le rideau se lève, si alza il sipario creato da Valerio Festi e Monica Maimone e va in scena uno dei più grandi eventi che il pubblico di Damasco ancora ricorda con felicità in quanto si è trattato della prima celebrazione civile importante in piazza.

Un momento di emozione condivisa non solo dagli spettatori presenti, ma anche da chi ha lavorato dietro le quinte per la sua realizzazione. 

Dalla collina di Quaisun, che sormonta la città di Damasco, sono stati lanciati verso il cielo i fuochi d’artificio che, come in una danza aerea, hanno disegnato grandi coreografie di luci e colori a tempo di musica.

Il progetto di Festi Group ha installato un’architettura di luce lunga 2 km per far comparire nella notte un concerto di fuochi d’artificio che hanno ricreato in aria i simboli della cultura siriana

La grandiosità dello spettacolo per Damasco Capitale Araba della Cultura ha affascinato un pubblico di 1.6 milioni di persone confermando ancora una volta il motto che contraddistingue l’opera dell’architetto di luci: “il fin, la meraviglia”.

DOVE

Damasco - Siria

QUANDO

2008

PARTNER

Damascus Arab Capital Of Culture 2008