Imprevedibili stravaganze per sognatori e viaggiatori del tempo

La Città di Venezia celebra i cinquant’anni dallo sbarco sulla Luna con un Carnevale dedicato alla scoperta di nuovi mondi e viaggi fantascientifici.

Ed è sabato 16 febbraio 2019 che si è aperta ufficialmente la kermesse carnascialesca con un emozionante Grand Opening sul Rio di Cannaregio.

Lo spettacolo “TUTTA COLPA DELLA LUNA” è stato creato dalla collaborazione di due realtà artistiche italiane molto diverse tra loro nel genere, per creare uno spettacolo davvero unico, in un luogo magico e atemporale come Venezia, in un percorso d’acqua che si fa materia onirica.

Da un lato lo STUDIO FESTI, primo autore in Italia della ‘leggerezza etica’, dove Calvino si mischia con Proudhon e il fantastico diventa mutazione e cambiamento;

dall’altra SECONDA MATERIA, giovane compagnia costola dei Muthoid, che con la sua espressività legata alla macchina celibe e la trasformazione del punk in cibernetica rivoluzione delle forme si contrappone alla delicatezza di Festi.

Il tutto legato al Mistero della Luna, astro che non pone limiti all’incontro tra

linguaggi diversi e che perpetua straordinarie connessioni per creare inediti

dialoghi artistici conduttori di fiducia e di sogno.

TUTTA COLPA DELLA LUNA è un viaggio fantastico attraverso il quale due mondi apparentemente opposti si incontrano e si fondono, creando uno straordinario immaginario emotivo tra viaggi cyberpunk e dimensioni oniriche che difficilmente potranno essere dimenticate.

Leave a Reply