A Capodanno Vincenzo Bellini, il maestro di Sonnambula, Norma, I Puritani, torna a Catania per accompagnarla nel futuro.

Se la musica è l’arte del tempo per eccellenza e l’ultima notte dell’anno è la festa che celebra simbolicamente il passaggio del tempo, non potevano esserci protagonista e momento migliori per mettere in scena questa fantasmagoria belliniana. 

Sarà una festa in musica e figure, tutta dedicata al compositore. L’abbiamo chiamata Intrecci-Figurazioni in musica per Vincenzo Bellini: è la notte-spettacolo che porterà Catania nell’anno nuovo.

Nel progetto di Valerio Festi e Monica Maimone la città rivedrà opere ed episodi della vita di Bellini proiettati e danzati sulle facciate dei Palazzi e su palchi allestiti per l’occasione, con macchinerie volanti e coreografie verticali, con azioni sceniche sviluppate a quindici metri d’altezza sospese su cavi invisibili.

Una celebrazione della bellezza che vuole essere allo stesso tempo lieve, inafferrabile, e densa, avvolgente.

Piazza Università e Piazza Duomo si trasformeranno in teatri a cielo aperto dove i complicati amori di “Adelson e Salvini”, gli struggimenti di Giulietta e Romeo nei “Capuleti e Montecchi”, le evocazioni avventurose del “Pirata” e le passeggiate incoscienti della “Sonnambula”, si mescolano a frammenti della biografia e della folgorante carriera del musicista etneo. Amori, successi, malinconie romantiche, valzer, ricevimenti, echi parigini, evocazioni di grandi dive e di entusiasmi fragorosi.

Leggi l’articolo di  Repubblica

Leave a Reply